Palazzo Molin del Cuoridoro a Venezia
newsletter
Cerca powered by Google
Le riviste del mondo Living Interior Ambiente Cucina Area Casastile
Palazzo Molin del Cuoridoro a Venezia

real estate

Palazzo Molin del Cuoridoro a Venezia

Lo storico Palazzo Molin del Cuoridoro, a Venezia, verrà completamente ristrutturato e restaurato, per realizzare 18 prestigiosi appartamenti dotati di moderni comfort e servizi

Silvia Ghiacci

13 Novembre 2012

Il progetto prevede la completa ristrutturazione e il restauro del Palazzo Molin del Cuoridoro entro l'inizio del 2013, all'interno del quale verranno ricavati 18 appartamenti dotati di moderni comfort e servizi.
A Culti è stato affidato l'incarico per il progetto degli interni. Il restauro degli interni di questo importante Palazzo veneziano è un esempio unico nel suo genere: la trasformazione di questa storica dimora veneziana nel rispetto e nell'esaltazione della sua storia e dell'architettura che la contraddistingue. L'edificio e la distribuzione degli appartamenti sono stati comunque studiati per massimizzare il benessere degli spazi di vita, inteso nel senso più ampio.

Dotazione standard degli appartamenti
Saranno realizzati 18 appartamenti per la vendita, ciascuno di dimensioni e distribuzione diversa, ma il restauro in corso interesserà anche la hall centrale e il cortile. È previsto inoltre un ingresso via-acqua e un ascensore.
Ogni appartamento in vendita sarà dotato di riscaldamento, aria condizionata, pareti con finitura a marmorino, pavimenti in parquest o terrazzino e bagni in marmo.

Dotazioni extra
Su richiesta, sono possibili progetti e preventivi per qualsiasi tipo o stile di cucina, a scelta e a spese dell'acquirente.
Anche per quanto riguarda l'arredamento, è possibile selezionare alcuni o tutti gli arredi, disegnati appositamente da Culti come da altri designer a scelta del cliente.

Il Palazzo Molin del Cuoridoro
L'edificio si trova nel sestiere San Marco, il centro storico della città di Venezia, nel punto di incontro dei canali Barcaroli e Fuseri. Risulta inserito nell'elenco dalle Belle Arti per l'importanza storica delle sue facciate e della sua architettura.
Il nome del Cuoridoro deriva dalla calle che conduce al palazzo attraverso il cortile principale ed è legato all'arte della pittura su pelle d'oro, che si sviluppò a Venezia dal XV al XVII secolo: molti palazzi di Venezia avevano, infatti, le pareti e i mobili decorati da pannelli Cuoridoro.
L'accesso è caratterizzato da un portale con un rivestimento impressionante di armi della nobile famiglia di Molin; uomini di lettere e coraggiosi soldati, tra cui figura anche un doge dell'antica Repubblica di Venezia, Francesco Molin (1646-1655). Lo stemma rappresenta una ruota di mulino. Tre piccoli busti sono stati collocati qui nel XVIII secolo. 
La facciata principale sul canale Barcaroli è di importante valore artistico, essendo un ottimo esempio dello stile gotico Fiorito, il livello architettonico più alto raggiunto a Venezia nel tardo Medioevo. La facciata principale della proprietà è costituita da due diversi edifici: il più piccolo ha un piano terra, un mezzanino e un piano nobile, mentre l'edificio principale, molto più grande, consta di un piano terra, un mezzanino, due piani nobili, un terzo piano e una mansarda. Vi è continuità tra le due facciate, ma la seconda è naturalmente più impressionante.
Il palazzo dispone di due porte d'acqua (uno dei quali permette un accesso esclusivo, direttamente al cortile privato), due splendide quadrifore, finestre monofore su entrambi i lati e una trifora piccola ma bella, al piano mansarda. Tutte le aperture hanno archi a sesto acuto, decorato con Fleurons gotici nella parte superiore, cornici rettangolari e, con l'eccezione della mansarda, tutte le finestre sono dotate di balcone.
Di particolare bellezza sono il marcapiano, i bordi intrecciati su entrambi i lati del secondo edificio, le cornici decorative e i tre bassorilievi di Pietra d'Istria, risalenti all'ultimo quarto del XV secolo, ma posti qui successivamente e posizionati tra le coppie di monofore del primo piano di entrambi gli edifici.
Il palazzo incorpora oggi una sezione più recente che si armonizza con il palazzo storico e crea due cortili, il più grande dei quali affaccia sul canale.

Tag: italian style, recupero e riutilizzo

Flip mags

Le newsletter di Living Interior

Iscriviti

Casastile e-mag

Industry links La partnership con Dell a garanzia della produzione Scavolini

Scavolini lavora con Dell fin dai primi anni Duemila. La ...

Tecnologia a LED per Hella

Hella trasferisce le sue conoscenze derivate dal settore ...

Elica, creare valore nel mondo

Intervista a Giuseppe Perucchetti, in carica dallo scorso ...

GE Lighting per una Londra sostenibile

GE Lighting ha collaborato con il Comitato Organizzatore di ...

Shop links Lladrò nel cuore di Manhattan

Lo scorso 4 dicembre Lladrò ha inaugurato un nuovo flagship ...

A Parigi un nuovo spazio casa

A fine novembre è stato aperto a Parigi il nuovo punto ...

Ferrari Store firmato Studio Iosa Ghini

Dalla collaborazione tra l’architetto Massimo Iosa Ghini e ...

Numbers Rapporto bilanci 2011

La consueta analisi sui bilanci di alcuni tra i principali ...

Awards, contests and extras
Aperta l'edizione 2014 del concorso "Il Rame e la Casa"

L'Istituto Italiano del Rame (IIR) in ...

Interagisci con Casastile

In occasione delle fiere di inizio anno vi ...

Italian Chair District. Crescita costante nel 2013

L'Italian Chair District archivia un 2013 in ...

Esporre il Compasso d'Oro: i finalisti del concorso ADI

Sono stati scelti dalla giuria i tre progetti che ...

Rss

New Business Media

New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.

Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano - Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965